Ospiti2021: Francesco Cheratzu

Si interessa di storia e letteratura sarda e per Condaghes ha curato il volume La terza Irlanda. Gli scritti sulla Sardegna di Carlo Cattaneo e Giuseppe Mazzini e, insieme a Pier Ausonio Bianco, ha condotto e pubblicato una ricerca sull´inno antifeudale sardo Su patriottu sardu a sos feudatarios.

Ospiti2021: Massimo Lumini

Architetto laureato al Politecnico di Milano, docente di Arte e Libero Ricercatore in ambito Biomimicry/Biomimetics, ha collaborato con il Prof. Carmelo Di Bartolo presso IED Cagliari e CRSN (Centro Ricerche Strutture Naturali) a Milano.Ha creato nel 1996 il progetto didattico sperimentale BIONIKON, unico laboratorio scolastico dedicato allo studio della Bionica, Biomimicry e Biomimetics per il problem-solving nella progettazione di strategie integrate per sviluppo di nuovi concept per il product design in chiave eco-sostenibile.Nel 2013 B_Lab è stato valutato dal CNR e dal MUSE di Trento, come la migliore pratica nazionale per la didattica sperimentale all’interno della rete S.T.E.N.C.I.L, che raccoglie le esperienze di ricerca sperimentale in campo tecno-scientifico nei 28 paesi membro ed è stata creata la piattaforma e-learning www.bionikasproni.org che raccoglie e divulga tutte le esperienze sviluppate in questo campo di ricerca. Al laboratorio, che nel frattempo ha cambiato nome in BIONIKONLab (B_Lab), si è affiancato dal 2014, lo spinoff didattico NAT14 e il primo FabLab del Sulcis : FABNAT14. Nel 2015 ha gestito come management il congresso SULKIMAKE HumanitiesLab” a Carbonia e ha dato vita con Antonio Arcadu (Honda Italia-Roma) e Nino Dejosso (Unisulky-Carbonia) al progetto della rete della manifattura digitale della Sardegna.Attualmente sta curando il lancio ufficiale del progetto FABNAT14 ad Iglesias.

Ospiti2021: Cecilia Ricciarelli

Cecilia Ricciarelli, di Roma, vive a Barcellona. Dopo aver ottenuto una laurea in lettere, un titolo di dottorato sul cinema a Parigi, e aver girato il mondo in lungo e in largo insegnando all’Università (cinema e lingua italiana), approda a Barcellona e decide di aprire qui la prima libreria italiana della città: Le Nuvole. La libreria si trova nel quartiere bohemien di Gràcia.

Ospiti2021: Lorenza Garbarino

Laureata in Materie Letterarie presso l’Università di Cagliari con una tesi su Eugenio Montale, ha pubblicato il racconto “Su strada ferrata” (Editoriale Le Stelle, 2000), la raccolta di poesie “I colori di ieri” (Edizioni Helicon, 2001) e il saggio “La Liguria di Montale” (Ibiskos Editrice Risolo, 2005). Ha curato inoltre i testi (tradotti in diverse lingue) per i libri fotografici di Tiziana Savinelli “L’isola più ad ovest – Immagini d’amore per Carloforte” (2003) e “Cuore di tonno” (2005) entrambi per Syncrhomy. Nel 2002 entra a far parte del Dizionario degli autori italiani del secondo Novecento, con prefazione di Ferruccio Ulivi, e nel 2003 nella “Storia della Letteratura Italiana Contemporanea” a cura di Neuro Bonifazi. “Sui passi di Melania” si è classificato 3° alla XXXII Edizione del Premio Internazionale Casentino per la narrativa inedita. È stata ospite del Festival Culturale Liberevento nel 2015 con il libro “Occhi sul mondo” (Ed. Il Saggiatore) e nel 2020 con il libro “Hauswirth della montagna. Storia di un poeta della carta” (Ed. Fusta).

Ospiti2021: Francesca Spanu

Francesca Spanu nasce a San Gavino Monreale, centro del Medio Campidano nel1976.

Di professione avvocato, la sua vita si divide tra il paese natale, Cagliari e Sinnai dove vive.
Lettrice seriale e da sempre impegnata in ambito culturale, organizza e coordina diversi eventi letterari tra i quali Il Festival del Libro del Monreale a San Gavino.

Dentro la borsa è il suo romanzo d’esordio.