I nostri partner: Villaggio Asproni

E’ con grande piacere che vi annunciamo il nascere di una collaborazione, proprio in occasione della Fiera del Libro 2021 con il Villaggio Asproni di Seddas Modizzis – Iglesias.

Nonostante abbia superato il secolo di vita e il tempo e gli uomini non abbiano avuto clemenza nei suoi riguardi, il Villaggio Minerario Asproni rimane ancora oggi uno dei pochissimi esempi di architettura mineraria privata ancora in piedi ed emblema per eccellenza della miniera di Seddas Moddizzis.

Oggi quell’opera riprende slancio attraverso il Progetto VIL.MIN.AS. (non a caso acronimo di VILLAGGIO MINERARIO ASPRONI)
Nato per volontà delle sue due sorelle, il Progetto è partito nel 2020 dalla ricerca, dallo studio e dalla minuziosa raccolta dei documenti storici sul Borgo e la sua Miniera presenti presso gli Archivi Storici di Iglesias, raccogliendo così l’eredità del Dr Lorefice con rinnovato impegno, entusiasmo e passione.
Nell’autunno del 2020 ha inoltre preso avvio l’opera di bonifica e pulizia dei tanti spazi verdi presenti nell’antico Borgo, finalmente liberati dalle macerie, così come il ripristino degli spazi destinati un tempo alla socialità come il cortile delle scuole elementari, il cui selciato in pietra ha rivisto la luce dopo decenni di buio.
L’obiettivo è e resta quello di bonificare, recuperare e valorizzare tutta l’Area per scopi eminentemente culturali, educativi, divulgativi e turistico/ambientali. Il Villaggio non diventerà pertanto un Villaggio vacanze ma resterà fedele a sé stesso come Luogo della memoria pronto ad accogliere i visitatori con veri e propri percorsi didattici ed essere contestualmente un Centro di Arte e Cultura e Luogo di accoglienza.

A fine 2020 il Progetto VilMinAs è stato lanciato sui Social Network (facebook e instagram) con l’account @villaggiominerarioasproni e sul web attraverso il sito ufficiale www.villaggiominerarioasproni.it

La parte della Fiera del Libro 2021 che si svolgerà a Villaggio Asproni, la scoprirete seguendo i nostri eventi… 😉

Ospiti2021: Nadia Paddeu

Nata a Cagliari, cresciuta a Nuoro e diventata adulta a Firenze, città dove ho studiato archeologia e istituzioni medievali. Nel 2009 insieme a due amiche crea Libriforas, un’associazione che si occupa di promozione del libro e della lettura. Da allora si occupo di progetti culturali sul territorio regionale e nazionale collaborando con vari soggetti pubblici e privati, tra cui Festival di letteratura per ragazzi Tuttestorie, AIB, Associazione Hamelin di Bologna.
I suoi ultimi lavori si sono concentrati sulla formazione di gruppi di lettori volontari (presso il Sistema Bibliotecario del Montiferru e la Monserratoteca), e su percorsi di scrittura in collaborazione con la Scuola Baskerville. Nel tempo che rimane ho un piccolo studio in cui scrivo, penso, progetto e aiuto le persone a connettersi con le storie che vorrebbero raccontare.

Ospiti2021: Ciro Auriemma

Ciro Auriemma è nato a Cagliari nel 1975.

Insieme a Massimo Carlotto, Francesco Abate e al Collettivo Sabot, ha pubblicato nel 2008 il romanzo Perdas de Fogu (edizioni e/o), vincitore del premio letterario Nori Ecologista “Jean-Claude Izzo”.

Nel 2010 ha pubblicato il romanzo Sette giorni di maestrale, scritto a quattro mani con Renato Troffa e inserito all’interno del trittico Donne a perdere (edizioni e/o), finalista al IV premio del festival mediterraneo del giallo e del noir. Nel 2014, insieme a Piergiorgio Pulixi e Stefano Cosmo, ha pubblicato il romanzo Padre Nostro, secondo classificato al premio Nebbia Gialla di Suzzara 2015.

Alcuni suoi racconti sono comparsi su “Il Manifesto”, “La Nuova Sardegna”, “E – periodico di Emergency”, “I Amnesty” (periodico di Amnesty International), “Altair Magazine” (periodico spagnolo). Un racconto scritto con Massimo Carlotto e Piergiorgio Pulixi è stato pubblicato nel 2011 nella monografia Crimini di establishment di MicroMega.

Nel 2016 un racconto scritto assieme ai membri del Collettivo Sabot è stato pubblicato nella raccolta Mai senza rete, Rete Iside Onlus. Nel 2019 con Renato Troffa ha pubblicato il romanzo Piove deserto (DeA Planeta).
Il vento ci porterà è il suo ultimo romanzo, edito da Piemme nel 2021, di cui ci racconterà in Fiera nella serata di venerdì 01 ottobre presso Teatro Electra di Iglesias, con Renato Troffa e Fiorella Carta.

Ospiti2021: Vindice Lecis

Vindice Lecis (Sassari, 1957), giornalista, ha lavorato per trentacinque anni per il gruppo Espresso. È autore di romanzi storici e saggi sulla politica italiana del Novecento e sulla storia antica della Sardegna, tra cui La resa dei conti (2003), Togliatti deve morire (2005), Da una parte della barricata (2007), Le pietre di Nur (2011), Golpe (2011), Buiakesos: le guardie del Giudice (2012), Il condaghe segreto (2013), Judikes (2014), Rapidum (2015), Hospiton (2017) e Ospitone dux Barbariae (2019). Per Nutrimenti ha pubblicato La voce della verità (2014), L’infiltrato (2016), Il nemico (2018) e Il visitatore (2019).
Il suo ultimo romanzo storico edito da Condaghes (2021) è “La conquista” che ci racconterà intervistato da Daniela Aretino nella serata conclusiva della Fiera 2021, lunedì 04 ottobre alle ore 19:00 Teatro Electra di Iglesias.

Ospiti2021: Marcello Fois

Nato a Nuoro nel 1960, conclusi gli studi in Italianistica all’Università di Bologna (1986), nel 1992 ha pubblicato Ferro recente (scritto tre anni prima) e Picta (con cui ha vinto il Premio Italo Calvino).
Sei anni più tardi è uscito Sempre caro, primo romanzo di una trilogia che comprende Sangue dal cielo (1999) e L’altro mondo (2002): così come gli altri lavori, anche questi testimoniano l’aderenza al genere noir, spesso inserito in un contesto regionale ben definito, quello sardo.
Cofondatore del Festival letterario di Gavoi (insieme a G. Angioni, G. Todde e M. Murgia), Fois è anche sceneggiatore (televisivo, cinematografico e teatrale) e negli anni ha ottenuto numerosi riconoscimenti: fra gli altri si ricordano il Premio Super Grinzane Cavour per la narrativa italiana e il premio Volponi con Memoria del vuoto (2006).
Nel 2012 è stato tra i finalisti del Premio Campiello con Nel tempo di mezzo (2012), mentre nel 2013 ha pubblicato il romanzo L’importanza dei luoghi comuni; è del 2014 la cura del volume antologico Sei per la Sardegna, contributo in favore degli alluvionati della Sardegna che, oltre al suo, raccoglie scritti di F. Abate, A. De Roma, S. Mannuzzu, M. Murgia e P. Soriga, e dell’anno successivo i romanzi Luce perfetta (Premio Mondello Opera italiana 2016) ed Ex voto.
Tra i suoi ultimi lavori vanno segnalati: tutti nel 2016, Manuale di lettura creativa, Stesso sangue (con J. Nesbø, L. Macchiavelli, J.R. Lansdale e F. Guccini), Quasi GraziaDel dirsi addio (2017); nel 2018, la raccolta poetica L’infinito non finire e il saggio Renzo, Lucia e io; il romanzo Pietro e Paolo (2019); e il nuovissimo saggio L’invenzione degli italiani (2021).
Nel 2021 ha scritto uno dei racconti della raccolta Le ferite, per i cinquant’anni di Medici senza frontiere.

Marcello Fois sarà presente alla Fiera del Libro 2021 con un doppio appuntamento nella giornata inaugurale di mercoledì 29 settembre
ore 9:00 #Masterclass “La catena alimentare della Letteratura” presso Antica Tonnara Su Pranu
mercoledì

ore 19:00 “L’invenzione degli italiani” (Einaudi) presentazione del Libro presso Antica Tonnara Su Pranu in dialogo con Ciro Auriemma.