Il ritratto di Dorian Gray a cura di Angelica Carta

Lo studio era pervaso dall’odore intenso delle rose e, quando tra gli alberi del giardino spirava la leggera brezza estiva, dalla porta spalancata entrava l’intenso odore dei lillà, o il più delicato profumo dei fiori rosa dell’eglantina.
Inizia così ‘Il ritratto di Dorian Gray’ di Oscar Wilde, un classico che non ha bisogno di presentazioni.
All’epoca della sua pubblicazione fu accolto con disapprovazione, ma ancora oggi è un capolavoro della letteratura classica.
Dorian, un giovane ossessionato dalla sua bellezza, farebbe qualsiasi cosa per conservarsi attraente e immutato agli occhi di chiunque, trova il modo di consegnare la sua umanità al ritratto dipinto per lui dall’amico Basil.
Un quadro che con il tempo rispecchierà la vera natura di Dorian, il suo lato più oscuro.
Oscar Wilde ci consegna questo suo romanzo che attraversa i secoli e tratta tematiche che ancora oggi sono estremamente attuali.
Che sia il primo incontro o solo un dolce ritorno, sarà sempre una piacevole lettura.
E voi? Lo avete mai letto?