Deborah Brizzi

È entrata in Polizia nel 1999 e per molti anni ha fatto servizio operativo alla squadra volanti della Questura di Milano. Attualmente operativa presso la sezione anti-stalking della questura di Milano.

Autrice di thirller, il suo ultimo libro è: “La stanza chiusa” (Mondadori)

Marco Statzu

Nato nel 1979, ultimo di quattro fratelli, è prete della diocesi di Ales Terralba dal 2004. Dopo aver conseguito il Dottorato in Sacra Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana è docente incaricato (Teologia Dogmatica, Antropologia Teologica ed Escatologia) presso la Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna e collabora con alcune parrocchie della sua diocesi. Ha trascorso un anno nel Monastero di Bose, approfondendo il suo rapporto con Dio e con l’uomo e con il creato. Di sé dice: «Scrivo poesie, cerco Dio tra gli uomini e l’umanità in Dio. Tento di vivere in un eremo che si fa casa accogliente per chi cammina e fatica. Coltivo un orto e la mia anima».

Sergio Demarchi

Sergio Demarchi, giornalista professionista laureato in scienze della comunicazione, si occupa di comunicazione, libri, informatica e formazione: dalle relazioni con i media alla promozione culturale, dal giornalismo online ai reportage sul territorio. Ha lavorato per aziende, giornali e radio sia locali che nazionali, enti pubblici. Per Graphot Editrice ha collaborato al libro “Falchera, Pietra Alta e Villaretto” pubblicato nella collana “Quartieri di Torino”.

Carlo Coni

Carlo Coni 42enne cagliaritano, laureato in scienze politiche conosce da presto la passione per il mare. È affascinato da quella distesa azzurra e inizia a solcarla da quando aveva 10 anni a bordo di una vecchia tavola da windsurf usata come una canoa. La sede della scuola che frequenta e successivamente quella del suo posto di lavoro in banca si affacciano sul mare, e nelle giornate primaverili si sente in gabbia. Nel 2010 prova a fare della sua passione un lavoro. Diventa istruttore di kayak da mare e fonda una associazione sportiva per divulgare i benefici di questa disciplina. Inizia a collaborare nei progetti delle scuole legati al rispetto e alla conoscenza della natura, cercando continuamente di fare accrescere una nuova sensibilità verso le tematiche ambientali partendo dai giovanissimi. A 42 anni corona il suo sogno, intraprendere il giro della Sardegna in kayak. 34 giorni indimenticabili a stretto contatto con la natura. A suo dire l’esperienza più bella della sua vita.